venerdì 29 ottobre 2010

Pane alle mele

Questa ricetta arriva direttamente dal delizioso libricino di Richard Ploner dal titolo "Il Pane delle Dolomiti", pubblicato da Athesia. Questo libro, l'ho acquistato anni fa, durante un soggiorno in Alto Adige. Potete trovare tante ricette, una più bella dell'altra: pane alle nocciole, pane ai semi di girasole, treccia al papavero..Il pane alle mele, è un pane profumato ma non dolce, e si abbina bene a terrine di carne.


Ingredienti per 2 pani

450 gr. di mele Golden Delicious sbucciate e tagliate a spicchi
50 gr. di vino bianco
1 limone (il succo)
100 gr. di farina 00
500 gr. di farina di farro (la mia era integrale)
25 gr. di lievito
1 cucchiaio di zucchero
70 gr. di latte tiepido
40 gr. di burro tagliato a dadini
1 uovo intero
un pizzico di scorza di limone grattugiata
10 gr. di sale
semi di papavero per decorare (mia aggiunta)

Versare la farina in una ciotola o nell'impastatrice e formare una cavità nel centro, in cui verserete il lievito sciolto nel latte con lo zucchero. Mescolare e lasciar lievitare 15 minuti. Mettere gli spicchi di mela in una padella antiaderente e cuocerli con il vino e il succo di limone, finchè il liquido non sarà stato assorbito completamente, e lasciar raffreddare. Spargere il sale sui bordi della farina ed unire: burro, uovo, scorza di limone e mele. Lavorare l'impasto per 10 minuti circa, fino ad ottenere un composto liscio. Coprire con un panno umido e far lievitare (per me in forno scaldato 30°C e spento) per 30 minuti circa o finchè non raddoppia il volume. Mettere l'impasto sulla spianatoia leggermente infarinata e dividerlo a metà, sgonfiarlo un pò e formare una palla con ognuno dei due pezzi. Arrotolare fino a formare dei cordini. Mettere in due stampi (il libro dice triangolari, io non avendoli, ho adoperato due stampi tipo plumcake) e lascair lievitare ancora (la ricetta originale non lo prevede, ma io preferisco la doppia lievitazione...). Inumidire la superficie e cospargere con i semi di papavero, quindi infornare a 190°c circa per 30 minuti. Sfornare e far raffreddare coperto da un panno.

Io ho servito il pane con una terrina d'anatra al pepe (comprata dal mio amore a Parigi): squisito! Abbinamento ottimo!!!


Con questa ricetta partecipo al contest di Arabafelice in cucina!!!

18 commenti:

  1. che super abbinamento! pane direi deliziosissimo! ciao Ely

    RispondiElimina
  2. Grazie mille, in bocca al lupo! :-)

    RispondiElimina
  3. buono questo pane alle mele! ...ma mi aspetto anche una ricetta per la terrina d'anatra :)
    a presto

    RispondiElimina
  4. @ Cara Ely, il pane con la terrina ce lo siamo proprio gustato..:-)))
    @ Arabafelice: crepi il lupo!
    @ Gio, la ricetta con la terrina d'anatra è in lista... ho uno stampo nuovo che non ho ancora utilizzato e una ricetta con i pistacchi da provare quindi, prossimamente vedrai anche quella...!

    RispondiElimina
  5. Cavoli quanti ingredienti per un pane, dev'essere proprio buono! Io vado controcorrente e lo abbinerei con una bella marmellata di mirtilli ;)

    RispondiElimina
  6. Chiara, è un pane "ricco"... e lo vedrei bene anch'io con la marmellata di mirtilli... :-)D

    RispondiElimina
  7. assolutamente complimenti per le doti di panificazione perchè io per queste sono veramente negate!per quanto riguarada la rictta è molto particolare e non mi è maki capitata di vederla in giro.complimenti e buon week

    RispondiElimina
  8. Ehi, ci credo abbinamento ottimo! Ale bravissima che splendido pane! Bello e chissà che buono! Carina l'idea dei semini di papavero, sono d'accordo anche sulla doppia lievitazione, avrei fatto lo stesso! Baci!

    RispondiElimina
  9. Ale proprio la settimana scorsa ho comprato la farina di farro e trovo che questo sia il modo migliore per iniziare ad usarla! Le mele le adoro ma non avrei mai pensato di metterle nel pane! Grazie per la deliziosa ricetta! Bacioni

    RispondiElimina
  10. @ Ciao Lucy: benvenuta e grazie! La ricetta è originale e siccome adoro le mele, ho voluto provarla apportando solo piccoli cambiamenti, ma il merito dell'idea va all'autore del libro...
    @ Grazie Any, ho acquisito più confidenza con i lievitati, così adesso ci posso mettere anche del mio nelle ricette :-)
    @ Ornella, quando provi fammi sapere se ti è piaciuto... La farina di farro che ho utilizzato era integrale quindi, se la tua non lo è, otterrai un pane più chiaro ma comunque buono!
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  11. che bontà=)
    lo proveremo!!
    www.modemuffins.blogspot.com
    baci!

    RispondiElimina
  12. Sono una patita della panificazione, ma credimi con le mele non l'ho mai fatto.Ho provato con tutto, ma con le mele no.Grazie dell'idea.

    RispondiElimina
  13. @ MMM: grazie ;-)
    @ Prego Nicole! Visto che sei una patita della panificazione, sarai sicuramente più esperta di me, quindi, aspetto un tuo parere su questo pane:-)))
    Buona giornata

    RispondiElimina
  14. ma dev'essere particolarissimo questo pane! complimenti!

    RispondiElimina
  15. un lievitato che racchiude in sè un alchimia di sapori e gusti degni di una maga chef di tutto rispetto... e le foto inchiodano allo schermo.

    Buona serata

    RispondiElimina
  16. @ Shade in effetti è particolare e buono!!!
    @ Letiziando: maga chef...? Magari!!!!

    RispondiElimina
  17. Ciao Ale! Bellissimo il tuo pane! Scuro, soffice e bello morbido! E foto davvero belle!
    Il tuo con LdB e il mio con LM!! :)

    RispondiElimina
  18. Grazie Patrizia, il tuo pane lo mangerei subito...!!! Ho visto come fare il "prozim" (LM greco) sul blog di Ornella, e quasi quasi mi butto, e in futuro pani con il LM anche per me, sono sicura che il gusto ci guadagna... :-)))

    RispondiElimina

I commenti sono sempre ben accetti, così come i consigli ma anche le critiche... quindi scrivete se ne avete voglia!

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...