mercoledì 27 febbraio 2013

"Polpette al limone e porri" per l'ultima parte dello Starbooks di Febbraio 2013

Ultimo appuntamento mensile dello Starbooks con "Jerusalem" di Yotam Ottolenghi Sami Tamimi... purtroppo! Anche questo libro, come altri dello Starbooks, mi farà compagnia ancora a lungo, perché sono molte le ricette che voglio provare... 
Questo libro mi è piaciuto tantissimo, dalla forma al contenuto. Le ricette sono sempre ben spiegate, nulla è lasciato al caso. A volte mi stupisco quando trovo un libro così, ma questa dovrebbe essere la "normalità" in un libro di cucina, no?!?
L'ultima ricetta che ho scelto è una ricetta di polpette, ma non le solite polpette!!!
Gli autori introducono la ricetta con una domanda: "Cosa ci fa una ricetta di carne nella sezione verdure?" Ebbene, ciò che rende queste polpette così speciali, è che il gusto dei porri tiene il confronto con la carne, mentre la carne è più uno sfondoSi tratta di un rovesciamento di ruoli rispetto ad altre polpette. Il risultato è una struttura leggerissima, con un delizioso sapore di limone. 
La ricetta è stata fornita da Tamara Meitlis, una cuoca turco ebraica e grande amica degli autori, ed è tipica degli ebrei di Smirne. Come con la maggior parte dei turchi, non si scherza con le ricette di Tamara, che dice: "Certo, la si può fare in modo diverso, se vi piace", dice con un sorriso generoso, "ma solo se volete sbagliare!" Tamara ha ragione. Le ricette sefardite, in particolare quelle della cucina turca, sono state perfezionati nel corso delle generazioni e vengono rispettate religiosamente. A pensarci bene, questo è vero per la maggior parte delle cucine di Gerusalemme, e si dovrebbe cambiare una ricetta tradizionale, quando siete sicuri che non vi è alcun anziano dietro le spalle...! Queste polpette sono un antipasto meraviglioso, dopo il quale si può servire quasi tutto. Come variante, è possibile cuocere più a lungo le polpette, senza stufarle nel brodo, e servirle calde con una fetta di limone.

Ricette per tutti i gusti dalle altre Starbookers!


Ale di Menuturistico: Helbeh- Torta al fieno greco
Patty di Andante con gusto: Pollo all'Arak e clementine
Stefania l'Arabafelice: Kofta b'siniyah
Emanuela l'Arricciaspiccia: Basic Hummus
Roby di Lechategoiste: Chocolate krantz cakes
Gaia - La gaia celiaca: Mejadra 
Cristina - Vissi d'arte e di cucina: Pollo arrosto con topinambur e limone

 


Ingredienti per 4 persone, come antipasto (per me anche di più)



6 porri grandi tagliati (800g circa in totale)

250 g di carne di manzo macinata 

90 g di pangrattato

2 uova medie da allevamento all'aperto 

2 cucchiai di olio di semi di girasole

200-300 ml di brodo di pollo

80 ml di succo di limone (2 limoni circa)
80 g di yogurt greco
1 cucchiaio di prezzemolo tritato finemente
sale e pepe nero

Tagliare i porri a rondelle di 2 cm circa di spessore e cuocerli al vapore per circa 20 minuti, o finché saranno ben morbidi. Scolarli e lasciarli raffreddare, quindi strizzarli bene dentro un canovaccio, per eliminare eventuali residui d'acqua. Tritare i porri in un robot da cucina, con la funzione "pulse" finché saranno ben tagliati ma non spappolati. Mettere i porri in una ciotola capiente, con la carne, il pangrattato, le uova, cucchiaino e ¼ di sale e 1 cucchiaino di pepe nero. 
Formare delle polpette piatte, di circa 7cm x 2cm, ne dovreste ottenere 8 (io ne ho ottenute 10). Mettere in frigorifero per 30 minuti
Scaldare l'olio su fuoco medio-alto, in una padella grande e con il fondo pesante (io ne ho usata una antiaderente), fornita di coperchio. Rosolare le polpette su entrambi i lati fino a doratura, procedendo in lotti, se necessario. 
Pulire il fondo della padella con un tovagliolo di carta, poi mettere le polpette leggermente sovrapposte, se necessario. Versare tanto brodo di pollo quanto ne serve per ricoprire le polpette ma non del tutto. Unire anche il succo di limone e ½ cucchiaino di sale. Portare ad ebollizione, coprire e cuocere a fuoco basso per 30 minuti circa. Togliere il coperchio e cuocere ancora per pochi minuti, se necessario, fino a quando il liquido sarà quasi del tutto evaporato. Togliere la padella dal fuoco, prelevare le polpette e farle intiepidire. Servire le polpette appena tiepide, o temperatura ambiente, con un po' di yogurt greco e una spolverata di prezzemolo tritato.


Note personali. 
Anche stavolta tutto è filato liscio... e le polpette sono veramente deliziose, con una consistenza ed un gusto stupendi! 
Le vedrei bene anche servite durante un aperitivo, ma in un formato più piccolo, avvolte in una foglia di porro sbollentata e una fettina di limone a completare il tutto :-)


Vi ricordate che, all'inizio del mese, tutte noi Starbookers vi abbiamo parlato dello Starbooks Re-done...?  Qui entrate in pista voi, con tutte le ricette che avete provato dai libri che abbiamo "starbookkato" finora. Sia quelle già provate da noi, che le altre presenti nei libri. L'appuntamento è per il primo mercoledì di ogni mese, giorno in cui pubblicherete sul vostro blog la ricetta scelta, e metterete il link nei commenti al post di chi ha proposto quella ricetta. Se la ricetta non è mai stata provata da noi, mettete comunque il link in una delle ricette del libro: lo vedremo! Come fare per conoscere tutti i libri e le ricette provate finora...? Qui e qui, trovate l'indice con i link alle nostre ricette. Vi aspettiamo mercoledì prossimo!!! 

32 commenti:

  1. Di questo libro voglio fare TUTTO :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A chi lo dici... Il mio è pieno di bigliettini!

      Elimina
  2. che ricetta splendida ..sarei curiosa di provarla un abbraccio simmy
    e che foto magnifica presentazione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Simmy. Provala e mettila nel Redone ;-) E' una ricetta semplice ma gustosissima.

      Elimina
  3. Sfiziosissima questa ricettina!!!

    RispondiElimina
  4. wow, che presentazione magnifica! mi è venuta un'acquolina... tufferei molto volentieri una di quelle polpettine nello yogurt proprio adesso!!
    yotam non ha sbagliato un colpo per nessuna di noi, non può essere un caso :)
    un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E non è un caso... è tutto perfetto! Ad averne di libri così...
      Un bacione

      Elimina
  5. la presentazione è bellissima e la ricetta mooolto interessante :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Valentina, è piaciuta molto anche in casa mia la presentazione. ;-)
      A presto

      Elimina
  6. dove vedo polpette corro!
    da fare senz'altro.

    RispondiElimina
  7. Questa ricetta è semplicemente strepitosa, e mi piace da matti anche il tuo suggerimento di servirle come aperitivo rimpicciolendole e adagiandole sulle foglie di porro scottate: da te c'è sempre da imparare, mitica Ale!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' proprio così Mapi, la ricetta è strepitosa nella sua semplicità con gusti perfettamente equilibrati... grandi Ottolenghi e Samimi!

      Elimina
  8. Mentre leggevo pensavo alla pizza di broccoli che ho fatto l'altro giorno, stesso procedimento... Certo il risultato è un po' diverso... ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora devo provare anche la tua pizza di broccoli!!!

      Elimina
  9. anche queste polpette mi ispirano molto, anche perché qui i porri vanno davvero per la maggiore.
    ma c'è qualcosa che non abbia funzionato di questo libro, mi chiedo?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ha funzionato tutto e questo libro è STUPENDO!!!!

      Elimina
  10. non amo la carne ma a volte è doverosa, soprattutto nelle polpette ma queste sono ancor meglio!!!! i porri che eguagliano la carne??? perfetta per me, ex vegetariana nostaligica. adoro le ricette con le verdure e ,dopo aver preso questo favoloso libro credo che prenderò anche plenty : ode alle verdure!!! bellissima la tua foto che rende queste polpette ancor più invitanti!!! baciiiiiiiiiii

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Roby, provale, perché sono sicura che ti piaceranno... A te e al carnivoro di casa :-)
      Un abbraccio

      Elimina
  11. I porri che passione! A leggere le ricette di Yotam e la vostra realizzazione con commenti mi pare proprio un libro da 30 e lode.Terrò a mente per regalo da farmi fare!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Nik, è proprio così! Non fati sfuggire questo libro...!

      Elimina
  12. Fantastiche. Mi piace tantissimo l'idea della versione mignon, un morso e via da servire come aperitivo finger food. Credo che il sapore sia davvero molto equilibrato, con la dolcezza del porro che fa da legante a tutto il resto. Splendida anche la tua foto di apertura che la dice lunga sulla bontà delle polpette turche.
    Questo libro già mi manca!
    Un abbraccione e a domani! Pat

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho già inserito queste deliziose polpette, nella lista di quelle da proporre alla prima festa all'aperto... :-) La primavera è in arrivo!
      Un bacione

      Elimina
  13. Meravigliose! Mi piace quest'idea! le proverò, adoro i porri!:-) grazie per averla provata per noi:-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In questi casi mi "sacrifico" molto volentieri... Grazie a te!

      Elimina
  14. oh dio! ma come facevo a non conoscere ancora il tuo blog? innanzitutto complimenti e poi di queste polpette vogliamo parlarne? sono favolose! mi sono unita ai tuoi lettori, quando vuoi passa a trovarmi:
    www.dolcementeinventando.com

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Ale, benvenuta e grazie! Fammi sapere se ti piaceranno anche dal "vivo"...
      A presto

      Elimina
  15. Deliziose! Adoro le polpette e il porro, insieme sono perfetti. Mi piace molto anche l'idea del finger food. Voglio sfogliare il libro, mi avete incuriosita, lo cercherò.
    Candida

    RispondiElimina
  16. Ciao, delle polpette profumate e leggere, perfette da mangiare con la salsa di yogurt!
    baci baci

    RispondiElimina
  17. Ciao, le ho provate e sono buone, il giorno dopo anche meglio, si sente ancora di più il sapore del limone!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che bello Antonella! Perché non li posti per il redone?

      Elimina

I commenti sono sempre ben accetti, così come i consigli ma anche le critiche... quindi scrivete se ne avete voglia!

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...