mercoledì 30 gennaio 2013

Starbooks di Gennaio parte terza: "Pie di pollo, porri e formaggio, per il St. David's day"


Siamo agli sgoccioli con lo Starbooks di Gennaio e il libro "The Unofficial Downton Abbey Cookbook" from Lady Mary's Crab Canapés to Mrs. Patmore's Christmas Pudding di Emily Ansara Baines...
Per quella che è stata la mia esperienza, il libro offre sicuramente delle ottime ricette, "quasi" sempre precise. Le note storiche e le curiosità che l'autrice inserisce ad ogni ricetta, sono molto interessanti e istruttive. Ad esempio, non sapevo che i porri fossero l'emblema nazionale del Galles!!! Proprio nell'ultima ricetta che ho scelto per questo mese, tra gli ingredienti caratterizzanti ci sono proprio i porri, insieme al pollo e al formaggio Caerphilly, che prende il nome dalla zona del Galles in cui si  produce. Ovviamente, questo formaggio in Italia non si trova, e in realtà non sapevo neanche cosa fosse, all'inizio... Dopo aver preparato la ricetta, mi frullava per la testa una vocina, sapete quando avete la sensazione che qualcosa che all'apparenza vi sembrava sconosciuto, non lo sia poi così tanto? Ecco, mi sono ricordata di aver comprato, non molto tempo fa, un libro di Rita Ash su come produrre il formaggio in casa, ed essendo lei inglese, il libro tratta principalmente della produzione di questi tipi di formaggi, tra cui proprio il Caerphilly, peccato che io l'abbia scoperto tardi....
Tra il personale di Downton Abbey, c'erano sicuramente dei gallesi, che avrebbero gradito poter gustare questa preparazione nel giorno della festa di St. David, il santo patrono del Galles, che cade il 1° Marzo.

Andate a scoprire cosa hanno preparato le altre Starbookers per l'ultima puntata di Gennaio:


Patty di Andante con gusto: Anna Bates's Chocolate Crumpets
Stefania l'Arabafelice: Mrs.Patmore's Rosemary Oat Crackers
Emanuela l'Arricciaspiccia: Cream of Asparagus Soup
Roby di Lechategoiste: Sweet cream scones 
Cristina di Vissi di cucina: Baked Cod with Parmesan Bread Crumbs



Chicken, leek, Caerphilly cheese pie for St. David's day





Ingredienti per 4 - 6 persone (1 pie)

2 cucchiai di burro, non salato
1 cipolla grande, tritata
4 spicchi d'aglio affettati
2 cucchiaini di zucchero
4 cosce di pollo, a pezzi
2 porri (medi) affettati finemente, solo la parte bianca
2 cucchiai di farina 00
250 ml di vino bianco secco
375 ml di brodo di pollo
250 ml di panna, più due cucchiai
2 cucchiai di senape di Digione
sale e pepe
qualche prugna (secca), snocciolata
70-80 g di Caerphilly(vedi qui) cheese, grattugiato (l'ho sostituito con grana fresco)
1 cucchiaio di prezzemolo tritato
1 cucchiaio di dragoncello tritato
1 foglio di pasta sfoglia rotonda
1 tuorlo d'uovo grande

Accendere il forno a 180°C (anche qui l'autrice, come per i biscotti Digestive, vuole farci accendere il forno con molto anticipo, voi aspettate!). In una larga padella, sciogliere il burro, a fiamma media. Aggiungere la cipolla, l'aglio e lo zucchero e far saltare, fino a quando le cipolle diventeranno traslucide e l'aglio cambierà colore, all'incirca 10-15 minuti.
Aggiungere i pezzi di pollo e farlo scottare per altri 5-7 minuti. Adesso accendete il forno! Aggiungere il porro e la farina mescolando di continuo, fino a quando gli ingredienti saranno bene amalgamati. Aggiungere il vino a poco a poco e il brodo di pollo: mescolare finché la salsa non si sarà addensata (vista la quantità di liquidi, ci vorrà un po' di tempo, 10 minuti circa). Aggiungere la panna e la senape, poi aggiustare di sale e di pepe.
Togliere dal fuoco, aggiungere le prugne, il formaggio, il prezzemolo e il dragoncello. Distribuire uniformemente il ripieno della pie in un piatto da pie di media misura. In una piccola terrina, mescolare i due cucchiai di panna con il tuorlo d'uovo. Spennellarli sui bordi del piatto, poi coprire il ripieno con il foglio di pasta sfoglia e pareggiare i bordi con un coltello. Spennellare il restante mix di uovo e panna sulla sfoglia. Praticare dei fori sulla superficie per lasciar uscire il vapore; poi cuocere in forno per 25-30 minuti, o fino a quando la superficie sarà dorata. Come si vede dalle foto, il ripieno del pie è rimasto piuttosto liquido. Questo liquido, ha inumidito parecchio la sfoglia con cui ho coperto il pie, di conseguenza, la sfoglia si è gonfiata poco in cottura. Si potrebbe provare a tenere il ripieno meno liquido, oppure ad utilizzare uno stampo più profondo, e con un diametro inferiore rispetto a quello che ho utilizzato io (che era di 26 cm), cercando di fare in modo che la sfoglia tocchi il meno possibile il ripieno. Il pie merita decisamente di essere provato, è sostanzioso e a noi è piaciuto molto, abbiamo quasi finito tutto il pie in due... :-)



Note personali. Oltre a quello che ho già scritto nella ricetta riguardo la temperatura l'accensione del forno, mi sembra che il ripieno rimanga piuttosto liquido (ma molto cremoso!), in effetti i liquidi sono parecchi (vino, brodo e panna). Se avete qualche conoscenza maggiore della mia di questa ricetta, fatemelo sapere!

Arrivederci a Febbraio con lo Starbooks e il nuovo libro!!!

18 commenti:

  1. Mi sembra molto invitante e secondo me era proprio così che deve venire, molto cremoso...
    L'autrice ha un problema con in tempi in cucina, eh? ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi sa proprio di si', per fortuna sono problemi risolvibili...:-)

      Elimina
  2. iO HO FATTO UN PIE INGLESE DI nIGELLA, L'INTERNO ERA CREMOSO MA NON COSì TANTO... NON è CHE è dipeso dal cambio del formaggio? In ogni caso, anche per la sfoglia, io ho fatto la loro tipica e non ho usato la sfoglia classica... mi stupisce questa variante... ma io sono ignorante in materia.
    In ogni caso il ripieno è davvero invitante (adoro i porri) e quindi lo proverò sicuramente! :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non credo sia dipeso dal cambio di formaggio, perche' il Caerphilly non e' morbido. Stefi, ma qual e' la sfoglia tipica degli inglesi? Devo saperlo!!! Il ripieno e' veramente invitante, me lo saprai dire :-)

      Elimina
  3. Questa ricetta è parecchio invitante! Complimenti per la realizzazione (quella cremosità a me personalmente ricorda i pie che mi faceva Fiona, la mamma della famiglia dove ho vissuto per oltre 6 mesi a Londra..quindi, ammirando così l'immagine, non mi stupisce e trovo sia giusta!)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Clara, la cremina e' deliziosa (e sostanziosa), peccato per la sfoglia :-)
      A presto

      Elimina
  4. mi sembra buonissima! e molto interessante, come il libro!

    RispondiElimina
  5. Mi piace tantissimo questa pie, anche se forse il ripieno è un po' troppo cremoso; i liquidi si possono aggiustare però, e nell'insieme mi pare che la ricetta ti sia venuta splendidamente!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto Mapi, i liquidi si possono aggiustare un po', e lo faro' la prossima volta perche' la pie e' veramente buona :-)

      Elimina
  6. sto scoprendo il mondo delle pie, soprattutto grazie a jamie oliver, e mi piacciono tantissimo! della tua ricetta sicuramente ridurrei i liquidi (troppo vino e troppa panna mi sembra), per il resto mi sembra perfetta!
    un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' quello che ho pensato anch'io, la prossima volta che faro' questa pie, diminuirò i liquidi ;-) Ti saprò dire...
      A presto!

      Elimina
  7. La pie è stata una vera scoperta anche per me. E' un piatto di grande effetto e sopratutto davvero facile da realizzare. Inoltre ho notato che piace tantissimo, forse anche per la presenza della sfoglia che crea l'elemento croccante che si lega stupendamente con il ripieno. Quella che ho fatto io era cremosa per la presenza della besciamelle (usata la maggior parte delle volte per questa preparazione), ma il formaggio non me lo aspettavo. Credo che sia molto cremosa ma raffreddandosi si rassodi, è vero?
    Bellissima comunque e soprattutto molto golosa.
    Un grande abbraccio, Pat

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto Patty, quel poco che è avanzata, una volta raffreddata era più soda. Anche riscaldandola, è rimasta ancora cremosa ma più consistente ;-)
      Un grande abbraccio anche a te!!!

      Elimina
  8. la ricetta mi ispira molto: formaggio, prugne....mmmmmmmm buonissima. così a vederla mi sembra ,in effetti, un pò troppo liquido il "ripieno" ...come ha detto la saggia patty condivido sulla consistenza post raffreddamento...complimenti ale per il post dettagliato e precisissimo! brava

    RispondiElimina
  9. Una leccornia a quanto pare!!

    RispondiElimina

  10. Invito - italiano
    Io sono brasiliano.
    Dedicato alla lettura di qui, e visitare il suo blog.
    ho anche uno, soltanto molto più semplice.
    'm vi invita a farmi visita, e, se possibile seguire insieme per loro e con loro. Mi è sempre piaciuto scrivere, esporre e condividere le mie idee con le persone, a prescindere dalla classe sociale, credo religioso, l'orientamento sessuale, o, di Razza.
    Per me, ciò che il nostro interesse è lo scambio di idee, e, pensieri.
    'm lì nel mio Grullo spazio, in attesa per voi.
    E sto già seguendo il tuo blog.
    Forza, pace, amicizia e felicità
    Per te, un abbraccio dal Brasile.
    www.josemariacosta.com

    RispondiElimina
  11. buonissimo questo pie, delizioso, scoperto da poco...fatto da poco quello di Jamie Oliver!

    RispondiElimina

I commenti sono sempre ben accetti, così come i consigli ma anche le critiche... quindi scrivete se ne avete voglia!

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...