mercoledì 14 novembre 2012

Starbooks di Novembre: un viaggio nel Natale Scandinavo con la "Christmas cake"

Ok, il Natale è ancora lontano, ma non così tanto, quindi, per lo Starbooks di questo mese, abbiamo deciso di tuffarci nel Natale Scandinavo con il libro di Trine Hahnemann: "Scandinavian Christmas" . Il libro propone ricette tipiche del Natale, provenienti da: Svezia, Norvegia, Finlandia e Danimarca, che ti fanno immergere nell'atmosfera natalizia, quella buona!
Non so se sia così anche per voi, ma per, me il Natale, visto che sono nata in montagna, e fino ai 20 anni ho sempre passato lì le vacanze natalizie, significa anche neve, camino e... freddo! Le immagini di questo libro, ti scaldano sia il cuore che il corpo intero... speriamo che sia lo stesso anche con le ricette :-)))


Sulla terza di copertina del libro, si trova una breve descrizione di Trine Hahnemann e del suo lavoro, dove si legge che Trine ama l'ottimo cibo e la buona compagnia. E' una Chef e food writer, che gestisce anche la sua azienda di catering (è responsabile per l'alimentazione di 3.000 persone ogni giorno, solo a Copenaghen), viaggia spesso per il mondo, per far conoscere i piacere della cucina scandinava ad un pubblico nuovo. E' promotrice dell'utilizzo di alimenti sostenibili e di provenienza biologica.
Le materie prime nella cucina scandinava, sono comuni alla maggior parte del nord Europa, Nord America e Russia, e Trine sostiene che il derivi tutto dalla Scandinavia... solo che loro non l'hanno ancora ammesso!
Ha scritto cinque libri di cucina nella sua terra nativa, la Danimarca, e anche due in inglese, The Scandinavian CookBook (2008) e The Nordic Diet (2009), entrambi pubblicati da Quadrille. Scrive per il sito www.zesterdaily.com, e appare regolarmente su riviste e giornali in America e in Gran Bretagna, così come nella natia Danimarca. Trine vive a Copenaghen con il marito, e ha due figli adulti. Questo è il suo sito web www.trinehahnemann.com

La prima ricetta che ho scelto dal libro è un dolce, semplice e profumato!
Questa è una torta tipica, per accompagnare il tè pomeridiano durante tutti i mesi invernali. In questo caso, la torta "indossa" il vestito della festa, perchè è stata decorata con dei cuori di cioccolato bianco. L'utilizzo delle spezie nella cucina Scandinava, è una tradizione che risale al Medioevo.

La Gaia Celiaca, si è presa un periodo di ferie dal blog, i suoi impegni richiedono tutta la sua attenzione, ma noi l'aspettiamo e speriamo che torni prestissimo, vero Gaia?

Dalle altre pimpanti Starbookers, troverete altre idee per un Natale "nordico":

Ale di Menù Turistico - Pepper cookies 
Crisitna Vissi di cucina - Hallon cookies (biscotti al lampone) 
Roby di Lechategoiste - Red cabbage
Emanuela di Arricciaspiccia - Meatballs e pickled beetroot 
Stefania l'Arabafelice - Almond Iced Hearts
Mapi di La Apple Pie di Mary Pie - Apple Æbleskivers
Patty di Andante con Gusto - Brown Cookies





tra parentesi le mie note

Ingredienti per 12 persone

225g di burro salato, più quello per lo stampo
4 uova grandi (a temperatura ambiente)
225g di zucchero Muscovado
330g di farina bianca 00
2 cucchiaini da tè di lievito in polvere (per dolci)
1 cucchiaino da tè di cannella macinata
1 cucchiaino da tè di zenzero macinato
100ml di latte intero
la scorza di un'arancia non trattata, grattugiata finemente
200g di cioccolato bianco di buona qualità (a me ne è servito meno della metà), più quello per "incollare" (facoltativo)
zucchero al velo, per servire (facoltativo)

Preriscaldare il forno a 175°C, imburrare (ed infarinare) uno stampo da torta di 22cm di diametro (o usarne uno a forma di cuore, che misuri 22cm di lunghezza nel punto più largo). Sciogliere il burro rimanente e farlo raffreddare. Sbattere le uova (ribadisco, a temperatura ambiente altrimenti non si montano a dovere) e lo zucchero in una ciotola grande, fino a quando il composto "scrive" per 8-10 secondi, dopo che la frusta è stato tolta (un pò come si fa per il Pan di Spagna, ci vorranno 6-8 minuti circa). Setacciare insieme la farina, il lievito, la cannella e lo zenzero. Mescolare la farina e il latte, alternativamente e poco alla volta nel composto di uova, solo il necessario per unire gli ingredienti. Aggiungere la scorza d'arancia, mescolando il meno possibile. Infine, mescolare il burro fuso nella miscela. Versare il composto nello stampo ed infornare per 50-55 minuti. Far raffreddare su una gratella (attendere almeno una decina di minuti prima di sformare il dolce, e  posizionarlo sulla gratella).
Fondere il cioccolato bianco (dolcemente, a bagnomaria o nel microonde), versarlo in una sac a poche piccola con bocchetta piccola, e formare dei cuori su un foglio di carta forno. Aspettare che i cuori si solidifichino (io li ho messi un pò in frigorifero), poi posizionarli sopra la torta, incollandoli, se volete, con altro cioccolato bianco fuso. Cospargere con zucchero al velo, se volete, e servire (con un buon tè!).

Note personali. Il dolce è delizioso ,profumato e morbido. La ricetta è semplice, basta osservare gli accorgimenti che ho scritto tra parentesi e non avrete problemi. Qualche precisazione in più, nel procedimento della ricetta da parte dell'autrice, sarebbe stato opportuno...

30 commenti:

  1. bello è bello, e sull'ottimo non discuto: deve avere un profumino... :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' proprio così :-) E tutto risulta ben equilibrato :-)

      Elimina
  2. Che spettacolo. Nonostante l'uso dello zucchero Muscovado, il dolce è rimasto bello bianco. Ma immagino chiaramente il sapore avendo usato molto degli ingredienti e spezie presenti in questa ricetta per fare i brown cookies e ne sono rimasta conquistata. Mi piace tantissimo la decorazione decisamente nordica con i cuoricini bianchi sulla torta, davvero deliziosi.
    Credo che ci divertiremo nelle prossime puntate. Splendide le tue foto come sempre. Un abbraccio, Pat

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me è piaciuta davvero tanto questa torta, anche per la sua morbidezza. Il colore, dal "vivo", è un pò più scuro, tende veros il colore dell'ambra chiara. I giochi di luce/ombre la fanno sembrare più pallida...
      Un abbraccio anche a te cara Patty

      Elimina
  3. terza starbookers e terzo commento sulle necessarie precisazioni in più che ci sarebbero state bene... niente, la scrittrice sapeva già che eravate brave e non ne avevate bisogno^^ E a me che servono invece!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La ricetta è decisamente valida, ma l'esperienza aiuta a correggere il tiro, quando serve..

      Elimina
  4. Bella, bella, bella!
    E con il burro salato e tutti quei profumi è di sicuro anche buonissima :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questa torta ti piacerebbe, ne sono sicura :-)))

      Elimina
  5. Ciao Ale, sono arrivata qui da te passando per il blog di Patty, il libro che avete scelto questo mese mi piace particolarmente perché il Natale è il periodo dell'anno che preferisco e come te lo associo a freddo e soprattutto a neve che forse qualcuno potrebbe non gradire ma per me rende ancor più magica l'atmosfera! Purtroppo fino a questo momento la neve ha fatto solo una fugace apparizione ma, abitando in Germania, penso che prima o poi arriverà! Questa torta sembra sofficissima e il tuo modo di presentarla mi piace molto, complimenti per questa ricetta e per il tuo blog, tornerò presto a trovarti intanto ti auguro una buona giornata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'atmosfera natalizia mi fa tornare un pò bambina, e quella che si respira in questo libro è magica!
      P.S. metà del mio cuore è tedesca, perchè il mio Amore è tedesco ;-)
      Buona giornata anche a te!

      Elimina
  6. Sto passando da tutte, e ringrazio anche te Ale per la proposta natalizia!!!
    Questo libro deve essere una poesia!!
    Grazie!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi fa piacere Viviana, il Natale del nord Europa è tutto da gustare, e non è solo rifertio al cibo :-)

      Elimina
  7. Buonaaaaaaaaaaaaaaaaaa!!! Devo solo capire con che farine parla ed è mia...questa è la classica torta per cui soffro un sacco ad essere celiaca...sono le mie torte preferite e con i miei mix o cose varie non vengono mai buone come quelle originali :( uffi! Ti abbraccio fortissimissimo Ale! Ma tanto io lo so che noi abbiamo gli stessi gusti :)!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ema!!!!!!!!!!!!! Con le tue farine riesci a fare magie :-)))) A Gennaio tirerermo a sorte per le ricette ;-)
      Bacioni

      Elimina
  8. Penso che questo mese terrò da parte tutte le ricette che proverete per noi!!

    Anche questa mi ha lasciato a bocca aperta!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A bocca aperta, pronta per una bella fetta di questa torta buonissima :-)

      Elimina
  9. Mi pare di capire che questo libro sia molto ad "occhio" sulle ricette, o sbaglio??? però le cose che sto vedendo visitando voi dello Starbooks...dicono che a idee sia bellissimo, bacioni, Flavia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Flavia, per questa torta le dosi sono corrette (a parte un pò troppo cioccolato per la guarnizione...) Però, la precisazione sulle uova sarebbe stata opportuna ;-)
      Baci

      Elimina
  10. romantica ricetta, romantica atmosfera, romantiche foto...mai come in questo tuo post viene evocato un natale così romantico....baciiii

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Roby, io sono romantica...!!!
      Un abbraccio

      Elimina
  11. ottimo dolce!!! mi piacciono le ricette di questo starbook

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche a me piacciono, ma è solo l'inizio...

      Elimina
  12. è perfetta, perfettissima la tua torta!! e quei cuoricini... sei una maga :)))
    mi piace molto anche la tovaglietta nordica!
    un abbraccio grande

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Cri, maga...? Almeno fosse così! La tovaglietta arriva dall'Alto Adige ;-)

      Elimina
  13. aspettaaspettaaspetta che arriva il battutone sulla tovaglietta: la prossima volta, voglio le Trine.
    Ecco, l'ho detta. E posso anche darmela a gambe, non prima di aver lasciato doverose palpitazioni su questa fetta, condivise da metà del personale dell'ufficio, ieri, in pausa caffè. Tu sei sempre, ma sempre, ma sempre più brava.
    Grazie per tutto
    ale

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ale, ma lo sai che qui nel comasco c'è il famoso il pizzo di Cantù...?
      Fai felice il tuo uffico un'altra volta con questa torta :-)
      Grazie sempre, ma sempre, ma sempre a te :-)))

      Elimina
  14. Bellissima realizzazione di un dolce che fa già molto molto Natale! i cuoricini sono carinissimi, e quell'impasto deve avere un gusto e un profumo unici!
    La cannella e lo zenzero non mancano mai nella mia cucina, tolgo di mezzo la remora per il burro e me la segno!
    A presto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' proprio così Francy, profumo e gusto unici, anche grazie al burro... Provala e mi dirai ;-)

      Elimina
  15. Questa la voglio proprio rifare... chissà se con la mia manualità da elefante riuscirò nell'impresa dei cuori... ;)

    RispondiElimina
  16. Grazie per questa bella ricetta , la provo sicuramente
    ciao

    RispondiElimina

I commenti sono sempre ben accetti, così come i consigli ma anche le critiche... quindi scrivete se ne avete voglia!

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...