mercoledì 27 marzo 2013

"Tortellini al cioccolato e mandorle, in salsa di arance rosse e pinoli" per l'ultima puntata dello Starbooks di Marzo 2013

Ultimo appuntamento di questo mese cioccolatoso con lo Starbooks e le "Avventure al cioccolato" di Paul A. Young. Ogni mese vi proponiamo un libro di cucina (of course!), da cui noi starbookers scegliamo alcune ricette, per testarle sul campo, allo scopo di verificare l'affidabilità del libro... 
Per quella che è stata la mia esperienza, il libro di Paul A. Young mi è piaciuto. L'autore propone delle idee e degli abbinamenti decisamente inusuali e sorprendenti, da provare per poterli capire. Però ho dovuto aggiustare un po' il tiro con le dosi gli ingredienti, anche per la ricetta di oggi... 
Il risultato finale è delizioso: il connubio cioccolato e mandorle è già noto che sia vincente, così come quello con le arance. I tocchi geniali sono la forma in cui viene presentato il dolce, e la presenza del basilico... perfetta!
Ad Aprile ci sarà una bellissima novità...



Siete pronti per partire per quest'ultima "avventura" al cioccolato...?


Ecco cosa hanno preparato per voi le mie deliziose compagne d'avventura:

Cristina di Vissi di cucina: Crostata al cioccolato salato e noci pecan caramellate 
Stefania l'Arabafelice: Sorbetto al cioccolato fondente
Emanuela di Arricciaspiccia:Cioccolata calda in stile Azteco
Gaia di La Gaia Celiaca: Ganache all'acqua


Ricetta liberamente tratta da: "Avventure al cioccolato" di Paul A. Young
tra parentesi le mie note

Ingredienti per 4 persone (vedi note)

Per la pasta

350 g di farina bianca 00 (per me 175g)
50 g di cacao (amaro per me 25 g)
2 uova (1 uovo)
1 cucchiaio di olio di mandorle(½ cucchiaio)

Per il ripieno

50 g di burro (morbido)
50 g di zucchero semolato
175 ml di latte (è troppo*)
polpa di ½ baccello di vaniglia
1 uovo intero e 1 tuorlo
25 g di farina
50 g di mandorle tritate
6 amaretti tritati
50 ml di liquore all'amaretto

Per la salsa di arance rosse

4 arance rosse (2 sono sufficienti le mie erano bionde, rosse biologiche non le ho trovate))
50 g di zucchero di canna semolato
400 ml di panna (fresca)

Per la decorazione

50 g di pinoli tostati
basilico in foglie

Per la sfoglia, lavorare tutti gli ingredienti con 2 cucchiai di acqua fredda fino ad ottenere una pasta morbida ma consistente (se necessario, aggiungere altra acqua), avvolgerla in un foglio di pellicola per alimenti e farla riposare in frigorifero per 30 minuti (almeno).
Stendere la pasta in sfoglie sottili (con il matterello o con la macchina), ricavare dei dischi con un coppapasta del diametro di 10 cm e conservarli in frigorifero fino al momento dell'uso. Se seguite il metodo indicato da Young, ricordatevi di coprire bene i dischi di sfoglia e separarli tra di loro, altrimenti si asciugheranno e si incolleranno ranno... Io preferisco ricavare i dischi e farcirli subito, lavorando in blocchi. Così non è neanche necessario bagnare i dischi (con uovo o acqua) per chiuderli.
Per il ripieno, lavorate il burro con lo zucchero, unire gli altri ingredienti e mescolare bene. Io vi consiglio di non versare tutto il latte indicato nella ricetta, o vi troverete con una sorta di pastella ingestibile per la farcitura! Versate poco latte per volta, fino ad ottenere la consistenza sufficiente per il ripieno.
Mettere un cucchiaino di ripieno al centro di ogni disco, chiudere a mezzaluna e pizzicare i bordi. Congiungere le estremità per formare dei tortellini (direi tortelloni viste le dimensioni!) e conservare in frigorifero fino al momento dell'uso (ben distanziati tra di loro e coperti).
Per la salsa, grattugiare la scorza delle arance, sbucciarle e pelare al vivo gli spicchi, raccogliendo il succo. Preparare uno sciroppo portando a bollore 50 ml d'acqua con lo zucchero, unire il succo e la scorza e far bollire per un paio di minuti. Unire anche al panna, cuocere ancora per un minuto, togliere dal fuoco ed unire gli spicchi.
Cuocere i tortellini per 3 minuti (circa, dipende dallo spessore) in abbondante acqua bollente, scolandoli quando galleggerano in superficie. Suddividere i tortellini nei piatti (Young ne mette 5 per ogni piatto) e condirli con la salsa di arance (io l'ho messa prima infatti i miei tortellini non sono lucidi come nella foto sul libro :-(), cospargere con i pinoli tostati e le fogli di basilico sminuzzate.


Note personali

Come ho già scritto all'inizio del post, ho dovuto aggiustare il tiro con le dosi... 400 g tra farina e cacao sono veramente troppi per dei "tortelloni" per 4 persone, soprattutto se serviti come dolce. Inoltre, il ripieno non vi basterebbe... Con la quantità di farina (più cacao) indicata, otterrete un dolce per 8-10 persone. La sfoglia mi piace tirarla un po' più sottile, ma dalla foto del libro mi sembrava più spessa e così ho fatto, per non cambiare la consistenza finale. *Il ripieno, con le dosi indicate, sarà troppo liquido, quindi unite il latte poco per volta, fino alla consistenza necessaria. 
Detto questo, il dolce è veramente un colpo di genio culinario, perfetto per occasioni importanti, anche perché potete preparare i tortellini in anticipo e congelarli, allungando poi i tempi di cottura.

15 commenti:

  1. fantastico! non il solito dolce al cioccolato decisamente!

    RispondiElimina
  2. Wow, i tortellini dolci al cioccolato ancora non li avevo visti. Ricetta complessa e incredibile e immagino buonissima :)
    Ciao!

    RispondiElimina
  3. Gulp!! Che dolce goduriosissimo!!!!

    RispondiElimina
  4. Sono davvero originalissimi.
    Grazie delle tue note preziose che mi aiuteranno appena li rifarò...e saarà presto :-)

    RispondiElimina
  5. Questi tortellini sono davvero curiosi e poi servirai come dessert deve essere uno spasso nel vedere la faccia esterrefatta dei commensali ;-)
    Bravissima come sempre
    A presto

    RispondiElimina
  6. Anche a me piacciono gli accostamenti insoliti e le tue note sono preziosissime!

    RispondiElimina
  7. Non sai quanto questi tortellini attirassero anche me!!! Bellissimi da vedere ( foto, come sempre stupende) e chissà quanto buoni da mangiare !!! Bravissima Ale

    RispondiElimina
  8. Bellissima ricetta !!! Bello tutto il tuo blog!!! Sono arrivata qui leggendo le ricette dello Starbooks e così ti ho trovata!!! Mi unisco ai tuoi lettori, così non mi perdo neanche un post!!! Se ti va di conoscermi, mi trovi qui!
    http://architettandoincucina.blogspot.it/
    A presto!

    RispondiElimina
  9. Originalissimi e sicuramente ottimi!

    RispondiElimina
  10. una ricetta, per citare la ale, "da porca figura"!!!
    le tue note sono davvero preziose, quando vorrò stupire gli ospiti verrò a copiare la ricetta qui da te :)
    esecuzione e foto perfette, troppo brava!

    RispondiElimina
  11. Vorrei dire che , aggiustamenti di riro compresi, hai fatto un lavoro con gli strafiocchi!!! Una presentazione che stende, oltre ad un gusto eccellente. Brava Ale!!!!

    RispondiElimina
  12. O mamma miaaaaaaaaaaaaaaa!!!! wowwwwww mai assaggiati i tortellini al cioccolato e questi mi ispirano tanto!!!Veramente una ricetta particolare!COmplimenti!
    Ti auguro una Buona Pasqua,
    Chiara

    RispondiElimina
  13. E un piatto sorprendente che come puoi immaginare, per chi ama sfoglie tirate con olio di gomito, non può che essere un Must do. Se me lo servissero come dessert, resterei a bocca aperta.
    La tua presentazione è magistrale, le foto bellissime. I tuoi consigli fondamentali....anche io però farei la sfoglia più sottile.
    Tanti auguri cara Ale, ed una Pasqua stupenda di cuore. Pat

    RispondiElimina

I commenti sono sempre ben accetti, così come i consigli ma anche le critiche... quindi scrivete se ne avete voglia!

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...