mercoledì 23 gennaio 2013

"Biscotti Digestive al cioccolato" per la seconda puntata dello Starbooks di Gennaio!

Per il secondo appuntamento mensile con lo Starbooks di Gennaio, e il libro "The Unofficial Downton Abbey Cookbook" from Lady Mary's Crab Canapés to Mrs. Patmore's Christmas Pudding di Emily Ansara Baines, ho scelto una ricetta dolce, dei biscotti digestive ricoperti di cioccolato fondente. Semplici, veloci e buoni!

Andate a vedere che cosa hanno preparato per voi questa settimana le mie compagne d'avventura!

Daniela di Menuturistico: Eccles Cakes
Mapi di La Apple Pie di Mary Pie: Saxe-Coburg Soup 
Cristina di Vissi d'arte e di cucina: Patate con caviale e crème fraîche 
Stefania l'Arabafelice: Sweet Brown Sugar Shortbread 
Roby Lechategoiste: Crisp chestnut soup
Patty di Andante con gusto: MR's Bates Chicken and Mushrooms Pie
Emanuela di Arricciaspiccia: Traditional Bakewell Tart



 le mie note tra parentesi


Ingredienti per una dozzina di biscotti

90 g di farina integrale
30 g di farina 00
1 cucchiaino da tè di sale
1/2 cucchiaino da tè di lievito in polvere (per dolci)
1 cucchiaio da tavola di fiocchi d'avena
4 cucchiai da tavola di burro non salato (morbido)
6 cucchiai da tavola di zucchero di canna di brown sugar
4 cucchiai da tavola di latte intero
170 g di cioccolato fondente di ottima qualità, fuso (a bagnomaria o nel micooronde)

Preriscaldare il forno a 180° C (aspettate ad accendere il forno, perché prima di infornare i biscotti ci vorrà un po' di tempo!) Ungere una teglia da biscotti (io l'ho rivestita con carta forno). Setacciare insieme le farine (non usate un setaccio troppo fine, altrimenti la parte "buona" della farina integrale, rimarrà nel setaccio!), il sale e il lievito, in una grande terrina e poi aggiungervi i fiocchi d'avena. Mettere da parte.
Montare a crema il burro e lo zucchero , aggiungerlo al mix secco e poi stemperarvi il latte, fino a quando si ottiene un impasto un po' appiccicoso e spesso. Coprire e lasciare in frigorifero per un'ora.
Trasferire l'impasto su un piano di lavoro, leggermente infarinato e impastare : 'impasto sarà appiccocoso, per cui lavoratelo con le mani bagnate. Stendetelo ad uno spessore di circa un cm (io l'ho fatto tra due fogli di carta forno leggermente infarinati), e con un taglia biscotti ricavare biscotti del diametro di 5 cm. Trasferirli sulla teglia, decorandoli con una forchetta (io me ne sono dimenticata...).
Farli cuocere per 20-25 minuti o fino a quando sono dorati (15 minuti per i miei biscotti)). Lasciarli raffreddare su una gratella prima di coprirli col cioccolato fuso, poi lasciarci raffreddare di nuovo (li ho messi in frigorifero per 20 minuti). Si conservano in una scatola di latta.

Note personali. 
I biscotti mi sono piaciuti, sono rustici e croccanti e si preparano velocemente (riposo in frigorifero a parte). L'autrice però, era un po' distratta quando ha scritto la ricetta. Per l'indicazione dell'accensione "anticipata" del forno, e perché si è dimenticata di scrivere che il burro dovrebbe essere ammorbidito prima di essere montato con lo zucchero, altrimenti sarà difficile da montare. .. Nulla di grave, queste "dimenticanze" non compromettono la buona riuscita della ricetta, ma un consumo inutile di energia sì...
Ho corretto la qualità zucchero tra gli ingredienti, per errore ho tradotto "brown sugar" con zucchero di canna, che ho usato. Ora mi toccherà sacrificarmi e rifare i biscotti con il brown sugar... così sentirò la differenza. Comunque, anche con lo zucchero di canna sono buonissimi!


A mercoledì prossimo!!!

35 commenti:

  1. wow, questi faranno la felicità di mio marito!! lui è digestive-addicted, con il cioccolato poi...
    perfette e utilissime le tue osservazioni, ne terrò conto :)))
    secondo me hai fatto bene a non decorare i biscotti, primo perché su una superficie così ruvida non si vedrebbe molto e poi sotto il cioccolato sparirebbe comunque...
    bacionissimi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non puoi non far felice tuo marito! Le tue considerazioni sono decisamente azzeccate :-)
      A presto!!!

      Elimina
  2. Sono assolutamente favolosi. Mi piace moltissimo l'alternanza tra coperti e nature. Anche perché io adoro entrambe le versioni ma alla fine con me vince sempre quella meno ricca. Mi piacerebbe sapere da dove arriva il termine Digestive: a me questi biscotti non stimolano assolutamente la digestione, forse grazie alla loro alta percentuale di fibre stimolano qualche altra funzione.....ho sempre trovato questo nome assolutamente divertente ma inadeguato. Come sempre bravissima. Un bacione, Pat

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anch'io mi sono spesso messa tale domanda,senza trovare una vera risposta.Il nome e' senz'altro inadeguato e,almeno fino a qualche tempo fa,era vietato venderli sotto tale nome negli States.
      E' vero che venivano spesso consumati a fine pasto col formaggio(la versione nature,of course),ma cio' non li rende "digestive". Comunque buonissimi!

      Elimina
    2. Patty, l'alternanza non è stata solo sui colori, ma anche nell'assaggio ;-) Sull'origine del nome sono curiosa anch'io... vediamo se riusciamo a scoprire qualcosa in più!?!

      Edith: tu ne sei una fonte inesauribile di notizie.. grazie!

      Elimina
  3. Stupendi, credo di rifarli presto.
    E seguirò il tuo consiglio di non accendere il forno ORE prima...;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti conviene, anche perché qui, siamo in pieno inverno e il calore del forno potrebbe anche far piacere, ma dalle tue parti non credo proprio...!

      Elimina
  4. Ale piacere di conoscerti grazie a quest'appuntamento, che trovo sempre più irresistibile. Complimenti per la scelta della ricetta, stupenda la tua esecuzione e preziosi i tuoi suggerimenti.

    E sbirciando oltre...complimenti sinceri per il tuo bellissimo blog, ricco non solo di ricette ma anche di molte emozioni.

    Mi unisco fra i tuoi lettori per poter continuare a seguirti con autentico piacere. A presto, Clara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Benvenuta Clara, e grazie per le tue belle parole! Per me, la cucina è fatta anche di emozioni: quelle che si provocano, e quelle che si sentono :-)

      A presto!

      Elimina
  5. La Microba va pazza per i digestive: quando ho visto il titolo del tuo post le ho promesso che glieli avrei fatti assaggiare prima o poi e dopodomani è il suo compleanno!!
    Belli Ale! hanno un'aria deliziosa e temo lo siano anche :-)))
    Un abbraccio e buona giornata !!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Prima di tutto... auguri alla Microba per domani!!!
      Sulla bontà dei biscotti hai ragione... fammi sapere cosa ne pensa la festeggiata.
      Un abbraccio e buona serata!

      Elimina
  6. Sono splendidi questi digestive al cioccolato! Molto sagge le tue annotazioni; chissa' perche' certi autori incorrono in imprecisioni come queste! A me fanno subito pensare ad una buona dose di sciatteria e di poco rispetto per il lettore acquirente.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Eugenia! Sei sempre molto gentile. Di quello che abbiamo "testato" finora da questo libro, le ricette sono valide e riescono, però c'è qualche "dettaglio" che manca. Se si ha un po d'esperienza si riesce a cavarsela da soli, altrimenti qualche guaio potrebbe capitare!

      Elimina
  7. Anche a me piacciono tantissimo i Digestive e pure io mi sono sempre domandata il perché del nome. Una volta in Inghilterra qualcuno mi disse che erano chiamati così perché li potevano mangiare pure le donne incinte in preda alle nausee, ma chissà perché questa spiegazione non mi ha mai convinta fino in fondo.
    Quello che mi ha convinta invece è stata la tua realizzazione, oltre alla grandissima onestà intellettuale con cui hai modificato il post per via del brown sugar. E sai una cosa? Mi sa che mi sacrificherò pure io... :-D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Adesso "devo" scoprire l'origine del nome di questi biscotti, perché quella che ti hanno dato, non convince molto neppure me...
      Per il resto... grazie! Io cerco di fare del mio meglio :-)

      Elimina
  8. Ho sia lo zucchero di canna che il brown sugar...

    RispondiElimina
  9. sulla distrazione dell'autrice mi riservo il mio ultimo post....:-) comunque i tuoi biscotti hanno un aspetto bellissimo e non oso immaginare il sapore. sempre complimenti per le tue spiegazioni e note di redazione :-) ti abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mercoledì prossimo leggerò con molta attenzione...!
      Un abbraccio grande

      Elimina
  10. Me la sto già copiando....fantastici e soprattutto testati da te , non si avranno sorprese nella riuscita!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che bello! Aspetto notizie dei tuoi biscotti, con il brown sugar, mi raccomando ;-)

      Elimina
  11. Adoro i digestive e non vedo l'ora di provarli! Ovviamente anche io mi sacrificherò per vedere se siano migliori con lo zucchero di canna o il brown sugar! ;) Questo libro mi piace sempre più!
    Buona giornata,
    Sarah

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Brava Sarah, questi "sacrifici" mi piacciono molto, fossero tutti così...
      Grazie e a presto!

      Elimina
  12. non so se ti perdoneremo mai lo scambio degli zuccheri. sei pronta alla lapidazione, vero? :-)
    brown o canna sugar che sia, mi sembra ti siano venuti benissimo. brava, as usual!

    RispondiElimina
  13. Bellissimi e buonissimi Ale!!! Ti invidio un sacco perché hai potuto farli:)! Io adoro i biscotti rustici e integrali, ma il sapore di questi è davvero irriproducibile con le mie farine, parca paletta!!! Ma la scelta di questi biscotti sottolinea ancora una volta come i nostri gusti in cucina siano super simili :)! Bravissima! Ti sono venuti meravigliosi!!! Con il brown suga verranno meno croccanti, ma il sapore sarà spaziale :)!
    Ti abbraccio forte!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Ema, quando mi "sacrifichero'" a riprovare i Digestive con il brown sugar, ti saprò dire :-)
      Un bacione

      Elimina
  14. veramente bellissima con la copertura danno un tocco in più!adoro i biscotti sgranocchianti ma così sono molto più allettanti|

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Lucy, in effetti quelli ricoperti con il cioccolato sono spariti per primi... :-)

      Elimina
  15. il tuo blog è troppo bello e tu sei bravissima! ti seguo! se ti va, passa da me, ho 2 blog, spero che ti piacciano!!
    http://letortedianna.blogspot.it/
    http://ildiariodellamiacucina.blogspot.it/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Anna, grazie e benvenuta!
      Verro' a trovarti!

      Elimina
  16. adoro i digestive con l'avena, che buoni che voglia!!!

    RispondiElimina
  17. si chiamano digestive poiché la ricetta originaria prevedeva l'utilizzo del bicarbonato di sodio...noto coadiuvante per ... l'indigestione!;-)

    RispondiElimina
  18. si chiamano digestive poiché la ricetta originaria prevedeva l'utilizzo del bicarbonato di sodio...noto coadiuvante per ... l'indigestione!;-)

    RispondiElimina

I commenti sono sempre ben accetti, così come i consigli ma anche le critiche... quindi scrivete se ne avete voglia!

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...