martedì 19 giugno 2012

Starbooks di Giugno parte seconda.. i dolci! - Tartufi alla carota

Secondo appuntamento mensile con lo Starbooks di Giugno, con la Grecia di Vefa Alexiadou e del suo meraviglioso libro "La cucina di Vefa". Adoro questo ricettario sempre di più, è diventato subito uno di quei libri che mi piace tenere sul comodino (ok è un bel malloppo da leggere a letto perché pesa, e soprattutto, non ho ancora il comodino nella casa nuova...) per sfogliarlo prima di dormire! Quando mi  "affeziono" a dei libri, questi viaggiano spesso con me in macchina (potrei sempre avere dei ritagli di tempo per dargli un'occhiata...) e una volta a casa tornano sul comodino!

Questa settimana abbiamo deciso, con le mie meravigliose e golose amiche, di proporvi dei dolci greci.
Da Ale e Dani di Menù Turistico troverete il Copenaghen
dalla Patty di Andante con gusto i Biscotti ripieni di mele e i Biscotti alle nocciole e aroma d'anice
dalla Cristina B. di Vissi d'arte e di cucina gli Halva al semolino
e qui da me i...

Tartufi alla carota


Ingredienti per circa 36 tartufi

500g  di carote medie
200g di zucchero semolato extrafine
la scorza di 1 limone grande, grattugiata finemente
1 cucchiaino di estratto di vaniglia (o i semi di un baccello)
200-300g di cocco disidratato

Mondare le carote e lessarle per 20 minuti. Scolarle, lasciarle raffreddare e grattugiarle grossolanamente.  Amalgamare, in una casseruola, le carote con lo zucchero e la scorza di limone, e cuocere per 20 minuti, senza smettere di mescolare (trascorsi i 20 minuti, il composto si sarà asciugato e caramellato). Togliere dal fuoco, far intiepidire ed unire la vaniglia, metà del cocco e mescolare bene. Far raffreddare e mettere in frigorifero per 30 minuti. Riprendere il composto di carote dal frigorifero e ricavare 36 palline di 2,5cm di diametro, poi passarle nel cocco rimanente (a me ne è bastato poco, in totale ne ho usato 200 g, quindi non esagerate!). Se le palline non dovessero tenere la forma una volta raffreddate, unire altro cocco (le mie palline non ne hanno avuto bisogno). Mettere i tartufi in pirottini di carta e conservarli in frigorifero, in un contenitore a chiusura ermetica, fino al momento di servirli.
Tempo di preparazione 1 ora e 30 minuti (compreso il raffreddamento).

Note personali
I dolci greci sono spesso molto sostanziosi... Questi dolcetti, invece, sono abbastanza leggeri e freschi (si mangiano freddi), e sono perfetti per l'estate: non dovrete neanche usare il forno!  Volendo, si potrebbe diminuire la quantità di zucchero, se non amate i dolci troppo dolci come me, altrimenti non è necessario. Mi sono già venute in mente possibili varianti...



22 commenti:

  1. da rifare praticamente s-u-b-i-t-o! complimenti!

    RispondiElimina
  2. bellissimi e molto adatti a questo caldo tropicale.
    e poi te n'eri accorta, che erano facilmente gluten-free? (ovviamente a patto di usare cocco grattugiato certificato senza glutine)
    insomma, li farò miei prestissimo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ci avevo pensato... ma grazie per avermelo fatto notare :-))) E' da tempo che ho intenzione di creare un indice con le ricette gluten free, prima o poi ci riuscirò...

      Elimina
  3. Ma che bella idea!!! Questo libro mi intrippa non poco....!!

    RispondiElimina
  4. Hai scelto una ricetta spaziale! La carota, spesso relegata nel dimenticatoio delle verdure, per me è un ortaggio meraviglioso e adoro usarlo nei dolci. La ricetta di è estrema facilità e posso immaginare la faccia di eventuali ospiti offrendo a fine cena un vassoio di queste deliziose palline. Questa Vefa sorprende su tutta la linea. Ti abbraccio forte.
    PS Anche io tengo il librone sul comodino ed oltre a leggere e divertirmi, faccio ginnastica alle braccia!
    Pat

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Patty, anch'io mi sono immaginata la faccia di eventuali ospiti alla vista, all'assaggio e alla scoperta dell'ingrediente principale di questi deliziosi dolcetti... :-)

      Meno male che uniamo anche un po' di ginnastica alla cucina, altrimenticome potremmo affrotnare la prova costume...?!?
      Un abbraccio

      Elimina
  5. Molto interessante!! dovrei anche io usare più spesso le carote..
    Cecilia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ha ragione Patty qui soprea riguardo le carote...

      Elimina
  6. molto belle e sai che ti dico?
    mi hai dato un'idea e li farò per subito. (stasera insomma).

    irene

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te! Ho provato la tua Zarkopita: fantastica!!!

      Elimina
  7. semplici e super-chic!!! gli ingredienti mi piacciono tutti, quindi li ho già messi nella to-do-list.
    la tua foto con i pirottini colorati e le carote sullo sfondo è da rivista, bravissima :)))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questi "tartufi" fanno la loro bella figura, e appartengono alla categoria "massima resa, minimo sforzo"... Tu sei sempre generosa di complimenti... grazie!

      Elimina
  8. questi son da fare prima di subito :-)
    ma come hai fatto a scovarli? e concordo su tutto il resto, specie per la foto da rivista. Mai finirò di ringraziarti per averci consigliato questo libro: ho intenzione di passarci su tutta l'estate, ci credi?
    Grazie ancora
    ale

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Li ho scovati dopo un attento studio del libro, pieno di tentazioni, una più interessante dell'altra...
      Anch'io ho intenzione di passare (soprattutto) l'estate su questo libro, ma anche le altre stagioni...

      Elimina
  9. Ma che bella idea !!! Fantastici e speedy....da fare!! Mi sa che ' sto libro é proprio da avere !!! Complimenti per la foto !!! Baci

    RispondiElimina
  10. Che idea singolare! Mi piacciono molto questi tartufini carotosi e la foto, poi, e' uno splendore! Sempre piu' brava, cara Ale.

    RispondiElimina
  11. Fatti e pubblicati per lo Starbooks Redone!!!

    http://ilsorrisovienmangiando.blogspot.it/2013/09/starbooks-redone-i-tartufi-alla-carota.html

    Grazie mille Ale per questa deliziosa ricetta!

    RispondiElimina
  12. Grazie a te per il tuo prezioso contributo. Sono felice che ti siano piaciuti... mi è già venuta voglia di rifarli :-)))

    RispondiElimina

I commenti sono sempre ben accetti, così come i consigli ma anche le critiche... quindi scrivete se ne avete voglia!

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...