lunedì 24 febbraio 2014

Strudel alle banane e mele con salsa toffee

Sono ufficialmente entrata nel "vortice"... grazie a Mari Lasagnapazza, la bravissima vincitrice dell'MTChallenge di Gennaio. Mari non ha proposto una, ma ben due ricette, una dolce e l'altra salata, per la sfida n. 36 dell'MTChallenge
La settimana scorsa ho preparato lo Strudel al radicchio e zucca con Skordalià, oggi è il turno di quello dolce :)
Non volevo stravolgere troppo la ricetta dello Strudel originale, quello con le mele, che amo particolarmente e di cui ho un ricordo ben vivo, grazie ad alcune brevi vacanze trascorse a Corvara... sono ghiottissima di dolci con le mele! Nel ripieno sono finite le banane con le mele, le noci Pecan, i datteri, un po' di amaretti e altri profumi... Il tutto accompagnato da una dolce salsa Toffee.




Strudel alle banane e mele con salsa Toffee

Ingredienti 

per la sfoglia (come da ricetta di Mari)

150 g di farina 00
100 ml di acqua
1 cucchiaio di olio extravergine d'oliva
un pizzico di sale

per il ripieno

3 banane medie
1 mela Golden (o Renetta)
80 g di zucchero di canna
3 cucchiai di Cognac
40 g di noci Pecan 
30 g di datteri essiccati non zuccherati, tagliati a pezzetti
30 g di pangrattato
30 g di amaretti secchi, sbriciolati finemente
30 g di burro
la scorza di ½ arancia (non trattata), grattugiata
1 cucchiaino di zenzero in polvere
20 g di burro fuso, per spennellare la sfoglia
zucchero a velo, per la superficie

per la salsa Toffee, 350 ml circa  (da una ricetta di Paul Gayler, leggermente modificata)

180 g di zucchero di canna
100 ml di panna fresca
100 g di burro 
1 cucchiaio di Cognac
½ cucchiaino di essenza di vaniglia
4 o 5 cucchiai di yogurt greco (o panna acida)

Per preparare la sfoglia, vi riporto le indicazioni di Mari:
Scaldate l'acqua, deve essere abbastanza calda ma non bollente. Setacciate la farina in un recipiente, aggiungete il sale e l'olio e versate a mano a mano l'acqua calda mescolando. Quando la farina avrà assorbito tutta l'acqua, togliete l'impasto dal recipiente e cominciate a lavorarlo con le mani su una spianatoia per un paio di minuti, fino ad ottenere un impasto morbido, quasi appiccicoso ma che comunque non resta attaccato alla spianatoia o alle dita. Mettete l'impasto a riposare, coperto da un panno umido o da una pellicola, per circa mezz'ora. Nel frattempo accendete il forno e portatelo alla temperatura di 180°C, modalità statica.
Per preparare il ripieno, fate sciogliere i 30 g di burro in un padellino antiaderente, unite il pangrattato e gli amaretti sbriciolati e fate imbiondire. Togliete dal fuoco e lasciate intiepidire in una piccola ciotola, poi aggiungete la scorza d'arancia e lo zenzero. Mettete da parte. In un altro ciotola capiente, mettete le noci Pecan i datteri e lo zucchero. Unite la mela, lavata, sbucciata, detorsolata, tagliata in quarti e affettata allo spessore di 3 mm circa. Unite anche le banane sbucciate, divise a metà per il lungo, e affettate allo spessore di 3-4 mm circa. Unite anche il Cognac e mescolate delicatamente.


Per stendere la sfoglia vi riporto le indicazioni di Mari:
Mettete una tovaglia pulita (possibilmente lavata con sapone neutro e ben sciacquata), di lino o di cotone, sopra a un tavolo. Infarinate leggermente la tovaglia, prendete l'impasto e cominciate ad appiattirlo con le mani sopra alla tovaglia, quindi spianatelo aiutandovi con un mattarello. Quando la sfoglia comincerà ad essere abbastanza sottile mettete da parte il mattarello, sollevate la sfoglia dal tavolo aiutandovi con le mani e, tenendola con le nocche nella parte sottostante, cominciate a tirarla verso l'esterno facendola girare ogni tanto e facendo attenzione che non si rompa. La sfoglia deve diventare praticamente trasparente. Riponetela nuovamente sulla tovaglia, dovreste aver ottenuto una sfoglia quadrata di circa 50 cm per lato. Siccome i bordi saranno rimasti un po' più spessi, passate con le dita lungo tutta l'estremità della sfoglia tirando la pasta per assottigliarla.


Disponete sulla sfoglia il composto di pangrattato e amaretti, e sopra il ripieno di banane e mele, lasciando liberi 2 cm circa dal bordo. 


Per arrotolare lo strudel, sollevate la sfoglia e arrotolandola con sul ripieno, aiutandovi con la tovaglia. Dopo due giri di sfoglia, ripiegate i lembi esterni verso il centro, poi continuate ad arrotolare la sfoglia fino alla fine.

Scusate per la scarsa qualità della foto... ho dovuto usare l'autoscatto :(

Trasferite lo strudel su una placca da forno imburrata (il mio forno è 75 cm, così ho potuto usare una teglia grande, senza dover piegare lo strudel o metterlo di traverso ;), spennellate la superficie dello strudel con il burro fuso ed infornate per 30-40 minuti, finché la superficie dello strudel sarà dorata ma non scura. Sfornate e lasciate raffreddare.
Per preparare la salsa, mettete lo zucchero di canna, la panna e il burro a pezzetti in una casseruola dal fondo pesante. Cuocete su fuoco dolce, mescolando con un cucchiaio di legno, finché il burro e lo zucchero si saranno sciolti. Alzate la fiamma e portate ad ebollizione, sempre mescolando, poi abbassate la fiamma e cuocete per 5-6 minuti. Togliete dal fuoco e unite l'essenza di vaniglia e il Cognac. Lasciate intiepidire poi unite lo yogurt (o la panna acida), mischiando bene. Servite con lo strudel e godetevi questo momento :)
La salsa Toffee (o salsa al caramello), si conserva in frigorifero fino a 10 giorni, ma senza l'aggiunta dello yogurt. Per servirla va riportata a temperatura ambiente aggiungendo lo yogurt prima di servirla.

19 commenti:

  1. A parte che ammiro sempre gli impasti così sottili, ma quella salsa al caramello è libidinosa solo al pensiero…
    Le tue proposte sono sempre meravigliose!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io ammiro chi riesce a fare quello che fai tu senza glutine... :)
      Un abbraccio

      Elimina
  2. che buone le noci pecan e quella salsa al caramello...mi ci tufferei :)

    RispondiElimina
  3. bellissimo il banoffee strudel.
    e dev'essere anche buonissimo, una cosa light ma ogni tanto si può

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per fortuna che ogni tanto si può ;))) Forse anche più di "ogni tanto..."!!!

      Elimina
  4. Questo è uno strudel che sposa perfattamente i sapori che amo, con quella crema che sa di godurioso assieme a tutto il resto.

    Fabio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La crema era davvero goduriosa, infatti me la sono finita mangiandola in purezza :)D

      Elimina
  5. quest'idea della banane e mele per lo strudel mi piace niente male

    RispondiElimina
  6. Inizialmente avevo pensato di prepararlo solo con le banane, poi ho pensato che fosse meglio tagliare le banane con le mele... Queato mix ha avuto successo!

    RispondiElimina
  7. Ottimo il ripieno ma rimango incantata dalla tua sfoglia!!! Davvero bravissima!!!

    RispondiElimina
  8. Ale!!! Ma che strudel pazzesco! E grazie per esserti cimentata anche con la versione dolce, mi fa un enorme piacere :) anche se mi metti un po' in imbarazzo perchè tra i due che hai fatto non saprei proprio dire quale prefersico, entrambi eccezionali. Di questo ti posso dire che in quanto a sfoglia e a forma è uno dei più belli di questa sfida, se non il più bello, ma vista la tua manualità non c'è da stupirsi. Per quanto riguarda il ripieno trovo che sia azzeccatissimo, perchè è molto particolare senza essere troppo "diverso" dall'originale, giustamente, accanto agli altri ingredienti, hai lasciato una mela, così da non santurarlo completamente e da stemperare un po' la dolcezza delle banane. Per il resto è un tripudio di sapori perfettamente equilibrati (e che bella anche l'idea delle noci pecan) con una salsa che è una vera goduria!
    Grazie ancora di cuore.
    Mari
    P.S. Ma lo sai che andavo anch'io a Corvara in vacanza a sciare?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mari... all'inizio avevo pensato a ripieni molto "fantasiosi", poi ho capito che, il mio palato, preferiva rimanere vicino alla tradizione, almeno in questo caso...
      Le noci Pecan le ho sempre a casa, perché sono deliziose e le trovo facilmente nella vicina Svizzera. E' un altro dei miei snack da divano preferiti ;) La tua ricetta della sfoglia è fantastica! Si lavora molto facilmente, infatti non avuto problemi neanche con i bordi :)

      Elimina
  9. Penso di averli visti se non tutti, sicuramente una buona parte degli strudel di questo mese. E questo tra quelli dolci è uno che mi è piaciuto di più..datteri, banane, noci pecan..alcuni tra i cibi che preferisco in assoluto :) anche la salsa al caramello, a cui dovrei apportare alcune modifiche per necessità, mi sembra un ottimo accompagnamento! ;)
    buono buono buono ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma grazie! Sono contenta che ti piaccia il ripieno, quasi tutto vegan (a parte il burro del pangrattato...). Con poche modifiche poi, anche la salsa diventa vegana al 100% :)
      A presto!!!

      Elimina
  10. Hey, very nice site. I came across this on Google, and I am stoked that I did. I will definitely be coming back

    here more often. Wish I could add to the conversation and bring a bit more to the table,but am just taking in as

    much info as I can at the moment. Thanks for sharing.

    Mango Drinks

    RispondiElimina
  11. Ho letto banane e ho arricciato il naso, generalmente cotte non le amo molto..ma poi ho letto amaretti e mi son detta che il matrimonio era perfetto, s'aveva da fare...metti anche una mela non troppo dolce....credo che lo proverò.
    nicole

    RispondiElimina
  12. I am not ѕure where you're gеttkng уour information, but great
    topic. I neweds to spend some time earning more oor սnderstanding more.

    Thanks for excelleոt iոformation I was looking for this info for my mіssion.


    Here is my web blog minecraft server on linux

    RispondiElimina

I commenti sono sempre ben accetti, così come i consigli ma anche le critiche... quindi scrivete se ne avete voglia!

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...